Università Telematica Pegaso

I-UNIVERSITY: Intelligenza, Indipendenza, Integrazione. Questi i criteri formativi che caratterizzano l’Università Telematica Pegaso, la cui mission risiede nel raggiungimento della completa interazione tra accademia e discente, finalizzata al costante perfezionamento delle qualifiche culturali e professionali, e che si realizza attraverso il proprio modello pedagogico di formazione continua (il Lifelong Learning) ed al “Personal Learning Environment”, l’ambiente di apprendimento personale che rende, appunto, l’apprendimento come centrale.

Istituita con Decreto Ministeriale del 20 aprile 2006 (GU n. 118 del 23-5-2006- Suppl. Ordinario n. 125), l’Università Telematica Pegaso è un Ateneo costruito sui più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning.

I titoli accademici rilasciati al termine dei percorsi di studio che hanno lo stesso valore legale dei titoli rilasciati dalle Università tradizionali.

ES.A.AR.CO. University ha siglato con l’Università Telematica Pegaso una convenzione per la fruizione dei corsi di Laurea e dei Master.
Per tutti i convenzionati che manderanno le iscrizioni attraverso ES.A.AR.CO. University godranno dei suddetti benefici: la retta universitaria prevista per ogni anno accademico sarà di 2.000 euro anziché €3.000 per i corsi di Laurea sotto indicati.

Offerta formativa

  • Classe: LMG-01
  • CFU: 300
  • Durata: 5 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Principi costituzionali IUS/08 9
1 Istituzioni di diritto romano IUS/18 12
1 Informatica di base INF/01 6
1 Istituzioni di diritto privato IUS/01 18
1 Storia del diritto medievale e moderno IUS/19 9
1 Teoria generale del diritto e dell'interpretazione IUS/20 6
2 Storia del diritto romano IUS/18 9
2 Istituzioni di diritto pubblico IUS/09 9
2 Economia politica SECS-P/01 9
2 Diritto commerciale IUS/04 9
2 Diritto dell'Unione Europea IUS/14 9
2 Diritto penale IUS/17 15
3 Lingua inglese L-LIN/12 6
3 Procedura penale IUS/16 15
3 Diritto civile IUS/01 9
3 Diritto amministrativo IUS/10 18
3 Diritto del lavoro IUS/07 12
4 Diritto privato comparato IUS/02 9
4 Diritto tributario IUS/12 9
4 Diritto Internazionale IUS/13 9
4 Diritto fallimentare IUS/04 6
4 Diritto dell'economia IUS/05 9
4 Filosofia del diritto IUS/20 9
4 Insegnamento a scelta 9
5 Diritto ecclesiastico IUS/11 6
5 Economia aziendale SECS-P/07 6
5 Diritto processuale civile IUS/15 15
5 Insegnamento a scelta 9
5 Prova Finale 24

 

Insegnamenti a scelta

Il Corso di Laurea mira a far acquisire ai discenti le competenze di analisi delle norme giuridiche nonchè la capacità di impostare in forma scritta e orale, con la consapevolezza dei loro risvolti tecnico giuridici, culturali, pratici e di valore, le linee di ragionamento e di argomentazione adeguate per una corretta impostazione di questioni giuridiche generali e speciali, di casi e di fattispecie. I discenti dovranno utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. I curricula del Corso assicureranno l'acquisizione di adeguate conoscenze: dei settori fondamentali dell'ordinamento nelle sue principali articolazioni e interrelazioni, nonchè acquisizione degli strumenti tecnici e culturali adeguati alla professionalità del giurista; degli aspetti istituzionali ed organizzativi degli ordinamenti giudiziari; della deontologia professionale, della logica ed argomentazione giuridica e forense, della sociologia giuridica, dell'informatica giuridica; del linguaggio giuridico di almeno una lingua straniera. I laureati dei corsi della classe di laurea devono: aver conseguito elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo; aver conseguito approfondimenti di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell'evoluzione storica degli stessi; possedere capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l'uso di strumenti informatici; avere le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto.

I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell'informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazioni internazionali in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.

Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).

L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.

Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per l'iscrizione al corso di Laurea è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo anche conseguito all'estero, purchè riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. In conformità con il Decreto 270/04, art.5, comma 7, l'Università Telematica Pegaso, riconosce come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e le abilità professionali regolarmente certificate. Vengono pertanto valorizzati il lavoro, l'esperienza e la professionalità acquisita trasformandoli in crediti utili ai fini del conseguimento della Laurea. Una Commissione di Facoltà, avrà il compito di esaminare i curricula dei candidati (corredati da certificazioni degli enti o organismi interessati) ai fini della determinazione di crediti formativi attribuibili. L'accesso agli studenti provenienti da altri Corsi di Studio, sarà regolato dal Cdf su proposta del Cdl competente indicando l'anno d'iscrizione e i crediti già acquisiti e riconosciuti sulla base delle corrispondenze stabilite dell'Ordinamento Didattico.

  • Classe: L-7
  • CFU: 180
  • Durata: 3 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Analisi matematica MAT/05 15
1 Sistemi di elaborazione delle informazioni ING-INF/05 15
1 Disegno ICAR/17 10
1 Fisica sperimentale FIS/01 15
1 Lingua Inglese ART.10,COMMA 5,LETTERA C 5
2 Fisica tecnica ambientale ING-IND/11 10
2 Economia ed estimo ICAR/22 15
2 Geologia applicata GEO/05 5
2 Geografia fisica e geomorfologia GEO/04 5
2 Prova di abilita' informatica ART.10, COMMA 5, LETTERA D 5
2 Architettura tecnica ICAR/10 10
2 Scienza delle costruzioni ICAR/08 10
3 Tecnica delle costruzioni ICAR/09 15
3 Insegnamento a scelta 10
3 Insegnamento a scelta 10
3 Geotecnica ICAR/07 10
3 Ingegneria ambientale ICAR/03 10
3 Prova Finale 5

Insegnamenti a scelta

Insegnamento Codice CFU
Sicurezza sui luoghi di lavoro ING-IND/17 10
Tecnica e pianificazione urbanistica ICAR/20 10

Fermo restando gli obiettivi formativi qualificanti, contenuti nei D.M. sulle classi e quindi automaticamente riprodotti nell'ordinamento, si descrivono di seguito gli obiettivi formativi ed i risultati di apprendimento attesi con riferimento ai descrittori dei titoli di studio adottato in sede europea. Principali obiettivi formativi del Corso di Laurea in Ingegneria Civile sono:

  1. assicurare allo studente una adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali e di base, con particolare riferimento alla capacità di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi nell'ambito dell'Ingegneria Civile;
  2. assicurare specifiche conoscenze professionali preordinate all'inserimento dei laureati nel mondo del lavoro.

Il profilo professionale è quello di un Ingegnere Civile che sia in grado di operare in uno degli ambiti di tradizionale competenza (progettazione architettonica, progettazione di strutture ed infrastrutture, progettazione e gestione di opere idrauliche e per l'ingegneria sanitaria). L'offerta didattica, pur essendo pienamente allineata agli obiettivi generali della classe delle Lauree di Ingegneria Civile (L7), è più specificamente mirata alla formazione di figure professionali emergenti nel settore dell'Ingegneria Civile. Allo scopo, l'organizzazione didattica mira ad assicurare una conoscenza di metodi, tecniche e strumenti aggiornati, che consentano di:

  • progettare e realizzare strutture di medio-piccola dimensione;
  • progettare e gestire strutture di Ingegneria Idraulica di dimensioni medio-piccole;
  • dimensionare e gestire impianti di Ingegneria Sanitaria Ambientale;
  • intervenire nella progettazione e nella realizzazione di infrastrutture di trasporto;
  • avere le conoscenze di base per la realizzazione di rilievi geometrici.

Il percorso formativo del laureato in Ingegneria Civile si articola su tre livelli:

  1. formazione di base a carattere generale nell'ambito della matematica, della fisica, della statistica e dell'ingegneristica;
  2. formazione di natura caratterizzante nelle discipline dell'ingegneria delle strutture, con particolare riferimento alla Scienza ed alla Tecnica delle Costruzioni;
  3. formazione di natura caratterizzante, finalizzata alla creazione di specifici profili professionali che il corso di studi intende formare, con attività formative che coinvolgono prevalentemente i settori dell'estimo e della geologia.

Gli sbocchi professionali sono legati a quegli ambiti lavorativi in cui si progettano e sviluppano prodotti e sistemi nell'ambito Civile:

  • uffici tecnici di enti pubblici (Comuni, Province, Regioni);
  • società di costruzioni;
  • studi professionali e società di ingegneria;
  • laboratori di prove su materiali.

Inoltre, per gli studenti interessati a proseguire gli studi l'obiettivo è quello che si possano iscrivere con successo ai corsi di laurea magistrale in Ingegneria Civile. Il CdS consente, oltre all'accesso a livelli di studio successivi, anche di partecipare all'esame di stato per l'abilitazione alla professione di ingegnere.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.

Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).

L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.

Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Il riconoscimento dell'idoneità dei titoli di studio conseguiti all'estero ai soli fini dell'ammissione a corsi di studio é deliberata dall'Università, nel rispetto degli accordi internazionali vigenti. E' richiesta inoltre una preparazione iniziale corrispondente a quella mediamente acquisita attraverso la formazione scolastica a livello d'istruzione secondaria superiore. La verifica della preparazione iniziale avverrà secondo modalità indicate nel Regolamento Didattico del corso.

  • Classe: L-15
  • CFU: 180
  • Durata: 3 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Diritto Privato, dei Consumatori e degli Utenti del Turismo IUS/01 10
1 Istituzioni di diritto pubblico, dell'ambiente e dei beni culturali IUS/09 10
1 Geografia M-GGR/01 10
1 Sociologia del turismo SPS/07 10
1 Lingua Inglese L-LIN/12 10
1 Economia politica SECS-P/01 10
2 Sistemi informatizzati ING-INF/05 10
2 Economia aziendale SECS-P/07 15
2 Diritto commerciale e delle imprese turistiche IUS/04 10
2 Lingua francese (L-15 - Scienze del turismo) 5
2 Psicologia sociale M-PSI/05 10
2 Storia dell'architettura ICAR/18 10
3 Teorie e tecniche della comunicazione L-ART/07 15
3 Insegnamento a scelta 15
3 Diritto privato comparato ed uniforme IUS/02 10
3 Prova di abilita' informatica 7
3 Tirocini formativi e di orientamento 3
3 Prova Finale 10

Insegnamenti a scelta

Insegnamento Codice CFU
Diritto dei contratti turistici IUS/01 15

Il Corso di studio ha l'obiettivo di formare laureati con elevate competenze e adeguati strumenti per operare in campo turistico, con specifico riferimento alla valorizzazione del turismo culturale e del turismo sostenibile, che costituisce una risorsa fondamentale del territorio nel quale il Corso si trova ad operare. In particolare, il Corso si pone l'obiettivo di trasferire conoscenze specifiche in materia di programmazione delle politiche per il turismo, inteso come fattore di sviluppo economico e competitività territoriale. Pertanto, oltre alla acquisizione di competenze di carattere culturale sulle risorse disponibili nel territorio e di carattere gestionale per poter operare in ottica manageriale all'interno di aziende ed istituzioni, il Corso si caratterizza per lo specifico obiettivo formativo di fornire quelle avanzate competenze volte a progettare ed attuare politiche volte alla qualificazione dell'offerta turistica, con particolare riferimento alla valorizzazione dei beni culturali e ambientali, del paesaggio e delle valenze territoriali. Le competenze che il Corso intende trasferire sono sia di carattere tecnico (soprattutto giuridico-economico, ma anche con un'attenzione alle problematiche storico-artistiche) sia di carattere socio-politico, poiché entrambe si rivelano necessarie, nell'attuale contesto, per la corretta programmazione e la proficua gestione dei progetti di intervento culturale delineati soprattutto dalle amministrazioni pubbliche, nonché per la gestione delle attività realizzate nel settore privato. In particolare, il corso è mirato a definire le conoscenze e le competenze necessarie per: - saper interpretare e rappresentare i fenomeni turistici, i vincoli e le opportunità offerte dai territori in cui le attività si possono insediare, nonché gli effetti che le stesse attività esercitano sugli ambienti economici, socio-culturali e naturali; - acquisire la conoscenza approfondita del contesto turistico della regione in cui sono destinati ad operare con particolare riferimento alle mete culturali, all'organizzazione ricettiva e alla struttura istituzionale e gestionale del territorio; - saper operare attraverso i principali strumenti informatici e telematici utilizzati per la promozione delle attività turistiche, per l'organizzazione dei viaggi e dei percorsi, per l'organizzazione del territorio su cui queste attività si insediano; - acquisire le competenze adeguate per l'organizzazione e la gestione di eventi e manifestazioni scientifiche, culturali e sportive sia di livello locale, che nazionale e internazionale; - possedere adeguate conoscenze e strumenti per la comunicazione e gestione dell'informazione, nell'ambito specifico di competenza.

Il laureato nel Corso di Laurea in Scienze Turistiche dovrà acquisire le conoscenze e le competenze atte a svolgere un'ampia serie di attività professionali connesse al turismo, nonché la forma mentis e la flessibilità indispensabile ad orientare la propria attività sia nel settore dell'incoming che in quello dell'outgoing. Tale flessibilità, come noto, si rivela strategica sia perché le attività dei due settori tendono a convergere, sia perché lo sviluppo e la specializzazione per segmenti del settore determinano un costante mutamento dei profili professionali. Il laureato in presenterà i tratti di una figura professionale caratterizzata da capacità di tipo organizzativo e manageriale coniugate a capacità di tipo comunicativo e relazionale. Inoltre sarà in grado di svolgere funzioni emergenti quali quelle: - della progettazione, programmazione e dell'implementazione di pacchetti turistici, del promotore di destinazioni e di reti di destinazioni turistiche per conto di Agenzie Territoriali, istituzioni pubbliche di livello sovra locale o di Tour Operator, della propaganda e della cura delle relazioni con le istituzioni locali, con gli alberghi, con le agenzie di viaggio e con le imprese di trasporto, della valutazione della qualità dei servizi offerti dalle imprese turistiche nelle destinazioni incluse nei circuiti; - della progettazione, della gestione e della promozione di eventi nazionali e internazionali, quali congressi, fiere, workshop, mostre per aziende ed enti, del coordinamento di specifiche attività e della gestione dei rapporti con i fornitori, della redazione di budget di spesa e di rendicontazione delle attività; - della gestione di aziende turistico-alberghiere appartenenti a gruppi o a imprese multi localizzate, della promozione dell'attività di impresa nel contesto territoriale di appartenenza e/o sui mercati consolidati e emergenti, della gestione delle relazioni con gli attori del sistema distributivo e con la clientela, della redazione di budget di spesa e di rendicontazione dell'attività; - dell' accompagnamento, dell'assistenza, dell'animazione di gruppi e di clientele caratterizzate da profili multiculturali, o all'opposto indirizzate su circuiti di livello internazionale e con interessi spiccatamente tematici; Un ulteriore sbocco è rappresentato dal proseguimento e dal perfezionamento degli studi in corsi di laurea magistrale e di master.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.

Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).

L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.

Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per accedere al Corso di Laurea è necessario disporre di un diploma di scuola superiore o titolo equipollente ottenuto presso istituzioni estere riconosciute. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso saranno definite nel regolamento didattico del corso di studi in cui verranno altresì individuati anche gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica non sia positiva.

  • Classe: L-18
  • CFU: 180
  • Durata: 3 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Storia Economica SECS-P/12 10
1 Economia aziendale SECS-P/07 10
1 Statistica SECS-S/01 10
1 Diritto privato IUS/01 10
1 Diritto tributario IUS/12 10
1 Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda SECS-P/07 10
2 Strategie di comunicazione d'impresa SECS-P/08 10
2 Diritto commerciale IUS/04 10
2 Economia degli intermediari finanziari SECS-P/11 15
2 Diritto amministrativo IUS/10 10
2 Lingua inglese ART.10, COMMA 5, LETTERA C 5
2 Organizzazione aziendale SECS-P/10 10
3 Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 15
3 Insegnamento a scelta 12
3 Economia Politica SECS-P/01 10
3 Statistica economica SECS-S/03 10
3 Prova di abilita' informatica 5
3 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 3
3 Prova Finale 5

Insegnamenti a scelta

Insegnamento Codice CFU
Crisi e risanamento di impresa SECS-P/07 12
Diritto della contabilita' pubblica - 12 cfu IUS/10 12
Gestioni societarie SECS-P/07 12

Il corso di laurea in Economia Aziendale si propone di fornire una solida preparazione nelle discipline economiche ed aziendali (declinate sia per aree funzionali sia per classi di aziende di vari settori), nonché di acquisire un'adeguata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico. In particolare, il percorso formativo intende sviluppare le capacità di base per l'analisi dei fenomeni aziendali in contesti economici e sociali complessi. Il percorso di studio prevede, nel primo anno, gli insegnamenti ricompresi negli SSD delle attività formative di base nonché un insegnamento delle discipline caratterizzanti; ciò al fine di garantire agli studenti, che intraprendono il percorso di studio triennale una solida formazione di base. Al secondo anno, il percorso prevede insegnamenti caratterizzanti e affini finalizzati a rendere il percorso coerente con gli obiettivi formativi specifici; infine, il percorso formativo si conclude al terzo anno con gli insegnamenti a scelta libera, la prova di lingua, la prova informatica (o in alternativa il tirocinio) e la prova finale. Il corso di laurea triennale in Economia aziendale forma figure professionali idonee a svolgere attività manageriali, di consulenza, imprenditoriali, nell'ambito di organizzazioni private e pubbliche, che operano nei mercati reali e finanziari. Il piano di studi garantisce una formazione multidisciplinare fondamentale finalizzata a comprendere il funzionamento delle moderne organizzazioni imprenditoriali e dei sistemi finanziari, nonché le connotazioni principali del contesto ambientale di riferimento. I laureati matureranno adeguate competenze nelle discipline economiche, manageriali, finanziarie e giuridiche, sviluppando appropriate metodiche di analisi e di interpretazione critica delle strutture e delle dinamiche aziendali. Il corso di laurea prevede percorsi formativi per affrontare specifici aspetti della direzione, gestione e amministrazione aziendale, di particolari tipologie di imprese e dell'intermediazione finanziaria, anche nell'ambito dei temi e principi della sostenibilità. In coerenza con gli obiettivi formativi, il corso di laurea si articola, pertanto, in percorsi didattico/formativi per valorizzare le attitudini e le preferenze

Per i laureati in Economia Aziendale le possibilità di sbocco professionale sono piuttosto ampie: potranno essere inseriti, nelle diverse funzioni aziendali di organizzazioni pubbliche e private operanti nei mercati reali e finanziari e in società di consulenza. Al contempo per coloro che avvertano una vocazione lavorativa più autonoma e imprenditoriale, potranno avviare iniziative d'impresa nonché - previo tirocinio ed esami di Stato - esercitare la libera professione di esperto contabile, come da normativa vigente.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.

Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).

L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.

Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per accedere al Corso di Laurea è necessario disporre di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Il riconoscimento dell'idoneità dei titoli di studio conseguiti all'estero ai soli fini dell'ammissione a corsi di studio è deliberata dall'Università, nel rispetto degli accordi internazionali vigenti. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso saranno definite nel Regolamento didattico del corso di studi in cui verranno altresì individuati anche gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica non sia positiva.

  • Classe: L-22
  • CFU: 180
  • Durata: 3 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Anatomia umana BIO/16 10
1 Teorie, metodologie e didattiche dell'educazione motoria M-EDF/01 10
1 Economia e gestione delle imprese sportive SECS-P/08 6
1 Metodologie e tecnologie per la ricerca in ambito didattico-motorio M-PED/03 6
1 Teorie e metodologie dell'allenamento M-EDF/02 6
1 Igiene generale e applicata MED/42 10
1 Sociologia generale e dello sport SPS/07 6
1 Lingua Inglese (ART. 10, COMMA 5, LETTERA C) 3
1 Prova di abilita' informatica 3
2 Fisiologia del movimento umano BIO/09 9
2 Pedagogia del corpo e dello sport M-PED/01 6
2 Medicina del lavoro MED/44 9
2 Metodi e didattiche degli sport individuali e di squadra M-EDF/02 10
2 Fondamenti di biomeccanica del movimento umano ING-INF/06 12
2 Scienze tecniche dietetiche applicate MED/49 9
2 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 5
3 Didattica, attivita' motoria e rieducazione funzionale M-EDF/01 10
3 Metodologia della valutazione motoria M-PED/04 6
3 Diritto comunitario IUS/14 6
3 Insegnamento a scelta 12
3 Seconda Lingua 3
3 Tirocini formativi e di orientamento 15
3 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 5
3 Prova finale 3

Insegnamenti a scelta

Si ritiene che la base su cui formare un laureato con forti competenze in ambito della valutazione, programmazione e somministrazione dell'attività motoria risieda su vaste fondamenta di competenze biologiche, mediche e psicopedagogiche su cui innestare le abilità del saper fare più propriamente tecniche. Si ritiene inoltre che le competenze di tipo medico-clinico, pur rappresentando una parte importante del bagaglio culturale del laureato in scienze motorie, non debbano però snaturarne la natura della figura professionale che non ha competenze di tipo diagnostico - prescrittivo ma piuttosto di inquadramento fisico e attitudinale e di programmazione e somministrazione dell'adeguata quantità, intensità e durata del carico di attività fisico-motoria allo scopo del mantenimento e miglioramento della salute dell'uomo. Il corso è stato strutturato per rendere il laureato autosufficiente per quanto concerne l'applicazione di tecniche addestrative e di allenamento che tengano conto dei diversi aspetti del soggetto: da quelli biomedici a quelli psicopedagogici e di comunicazione. Per ottenere questi risultati, a fronte di solide competenze biomediche ed altre competenze relative a diversi ambiti (il cui peso è ovviamente collegato all'impostazione di interfacoltà del corso di laurea) si è ritenuto di fondamentale importanza mantenere una solida base di materie tecnico addestrative per caratterizzare fortemente la figura del laureato come quella di un tecnico che sia in grado di valutare, programmare, prescrivere e somministrare l'esercizio fisico più adatto al soggetto. Tale visione del Curriculum di studio del Laureato in Scienze Motorie ha portato all'attuale assetto che risulta così bilanciato tra settori M-EDF e quelli biomedici e medico-clinici, finalizzando il percorso di studi alla formazione di un professionista competente nei campi del mantenimento e miglioramento della salute dell'uomo. Il laureato possiederà competenze relative alla comprensione, alla conduzione e alla gestione di attività motorie a carattere educativo, adattativo, ludico o sportivo, finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero delle capacità motorie e del benessere psicofisico ad esse correlato, anche con funzione di prevenzione: - sarà in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per scambio di informazioni generali; - possiederà adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e l'informazione; - sarà capace di lavorare in gruppo, di operare con autonomamente e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro. Ai fini indicati, il curricula del corso di laurea della classe: - comprende in ogni caso, sia nei loro aspetti di base sia attraverso discipline caratterizzate in relazione agli specifici obiettivi del corso, insegnamenti e attività negli ambiti biomedico, psicopedagogico e organizzativo; - si caratterizza ulteriormente attraverso gli insegnamenti direttamente riferiti alle attività motorie e sportive; - prevede, in relazione a obiettivi specifici, l'approfondimento di alcuni tra gli insegnamenti e le attività indicati e tirocini formativi presso impianti e organizzazioni sportive, aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane ed estere, anche nel quadro di accordi internazionali. L'Ateneo ha attivato convenzioni con associazioni e società per le esercitazioni fisiche e per le attività di natura tecnico pratica. Sono in corso rapporti con il CONI per stage e tirocini. Inoltre l'Ateneo ha firmato con un primario gruppo medico-scientifico-ospedaliero e di ricerca quale NEUROMED una convenzione per la ricerca e le attività nelle aree medico-scientifiche. Le convenzioni sono state stipulate al fine di coadiuvare l'università nelle attività relative ai laboratori ad alta specializzazione, ai sistemi informatici e tecnologici, posti di studio personalizzati, tirocini e stage.

I laureati della classe svolgeranno attività professionali nel campo dell'educazione motoria e sportiva nelle strutture pubbliche e private, nelle organizzazione sportive e dell'associazionismo ricreativo e sociale, nel campo del turismo sportivo e delle attività economiche correlate allo sport.

Il corso prepara alla professione di:

  • Istruttori di discipline sportive non agonistiche;
  • Organizzatori di eventi e di strutture sportive;
  • Osservatori sportivi;
  • Allenatori e tecnici sportivi.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.

Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).

L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.

Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per accedere al Corso di Laurea è necessario disporre di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Il riconoscimento dell'idoneità dei titoli di studio conseguiti all'estero ai soli fini dell'ammissione a corsi di studio è deliberata dall'Università, nel rispetto degli accordi internazionali vigenti. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso saranno definite nel Regolamento didattico del corso di studi in cui verranno altresì individuati anche gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica non sia positiva.

  • Classe: L-19
  • CFU: 180
  • Durata: 3 anni

E' importante sottolineare che questo corso di studi potrà essere particolarmente interessante per tutti coloro che già inseriti nel mondo del lavoro avvertono l'esigenza e la necessità di arricchire e ampliare le loro conoscenze e competenze professionali anche in virtù di un avanzamento della carriera professionale. Il corso ha l'obiettivo di fornire allo studente: competenze metodologico-didattiche nei settori dell'educazione e della formazione e sui processi di apprendimento-insegnamento anche di discipline specifiche; capacità di progettazione e di gestione dei processi di orientamento scolastico e professionale dei processi formativi; conoscenze utili alla formazione attraverso attività creative con valenza socio-educativa; conoscenze e atteggiamenti scientifici in merito alla ricerca e alla sperimentazione nei settori delle Scienze dell'educazione e della formazione a livello locale, nazionale, europeo e internazionale. Lo studente, inoltre, viene messo in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale almeno una lingua dell'Unione Europea. Possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione, anche con strumenti e metodi informatici e telematici. Il corso di Laurea prevede un primo anno a carattere istituzionale, comune a tutti, e un successivo biennio con ampie possibilità di scelta da parte dello studente a seconda dell'interesse per la ricerca teorica in campo pedagogico oppure per gli aspetti più direttamente applicativi in campo scolastico

Le opportunità professionali dei laureati in "Scienze dell'educazione e della formazione" sono da individuare nelle attività formative legate a percorsi innovativi come quelli della formazione continua (life long learning), della progettazione didattica, delle attività formative in azienda e dell'educazione in ambito extrascolastico. Alla fine del corso di studi triennale i laureati potranno trovare sbocchi occupazionali nei settori del pubblico impiego, nel sistema di impresa e nel terzo settore con le seguenti figure professionali: educatore professionale, educatore di comunità, animatore socio-educativo, operatore nei servizi culturali e nelle strutture educative e in altre attività territoriali anche di terzo settore; formatore, progettista di formazione, istruttore o tutor nelle imprese, nei servizi e nelle pubbliche amministrazioni, esperto nella promozione e nella gestione delle risorse umane, esperto nel monitoraggio e nella valutazione dei processi e dei prodotti formativi.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Per l'iscrizione al corso di Laurea in "Scienze dell'educazione e della formazione" è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo anche conseguito all'estero purchè riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Sono, inoltre, richieste conoscenze in quattro distinti domini generali: pedagogia, filosofia, psicologia e sociologia, oltre al possesso di abilità verbali, logiche e analitiche. In conformità con il Decreto 270/04, art. 5, comma 7, l'Università Telematica Pegaso, riconosce come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e le abilità professionali regolarmente certificate. Vengono pertanto valorizzati il lavoro, l'esperienza e la professionalità acquisita trasformandoli in crediti utili ai fini del conseguimento della Laurea. Una Commissione di Facoltà, avrà il compito di esaminare i curricula dei candidati (corredati da certificazioni degli enti o organismi interessati) ai fini della determinazione di crediti formativi attribuibili.

  • Classe: LM-85
  • CFU: 120
  • Durata: 2 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Pedagogia generale II M-PED/01 15
1 Pedagogia sperimentale II M-PED/04 15
1 Filosofia teoretica M-FIL/01 15
1 Storia contemporanea M-STO/04 15
2 Didattica speciale II M-PED/03 10
2 Docimologia II M-PED/04 10
2 Sociologia generale SPS/07 10
2 Insegnamento a scelta 8
2 Tirocinio 4
2 Prova di abilita' informatica INF/01 3
2 Prova Finale 15

Il percorso del biennio offre contenuti e attività didattiche che completano il profilo culturale, scientifico e professionale dell'esperto in scienze umane, pedagogiche e dell'educazione, perfezionandone le competenze in senso tematico, metodologico e progettuale nell'ambito educativo e dell'istruzione e qualificandolo come pedagogista. Gli obiettivi specifici del corso sviluppano in senso disciplinare e interdisciplinare gli obiettivi formativi qualificanti della classe, offrendo proposte diversificate per una personalizzazione dei piani di studio individuali nel rispetto dei profili professionali in uscita. Si garantirà una diversificazione anche nella tipologia di prove di accertamento tesa a rilevare la pluralità delle competenze e ad identificare e valorizzare specificità e talenti personali, anche in un'ottica auto valutativa. Il corso di studi finalizzato al conseguimento della Laurea Magistrale in "Scienze Pedagogiche" (Classe LM85) ha la durata di due anni e si propone di consentire il completamento e il perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale della Classe 19. Si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi in relazione ai possibili esiti professionali, al proseguimento degli studi e alla ricerca: 1. Approfondite conoscenze e strutturate competenze nelle discipline comprese nel dominio di studio delle scienze della formazione, con particolare riferimento a quelle metodologico-didattiche e della ricerca educativa; 2. Capacità di cogliere il nesso tra le conoscenze messe a disposizione dalle scienze della formazione e quelle di altri domini di sapere come quello delle discipline storiche, giuridiche, sociologiche e psicologiche; 3. Capacità di analizzare i problemi della formazione, all'interno di sicuri quadri epistemologici; 4. Capacità di progettare e valutare interventi formativi, anche complessi, in relazione ai bisogni formativi di gruppi, comunità e territori, sulla base di una lettura scientificamente fondata del contesto; 5. Capacità di analizzare i problemi educativi e formativi avvalendosi di metodologie di ricerca empirica e sperimentale; 6. Conoscere approfonditamente le problematiche, i modelli e le tecniche della progettazione, del monitoraggio e della valutazione; 7. Conoscere le problematiche della formazione continua in relazione alle esigenze della learning society. 8. Comprendere la potenziale ricaduta sociale di interventi formativi. 9. Conoscere le problematiche della pedagogia nell'ambito delle organizzazioni, connettendo modelli d'intervento e teorie organizzative. 10. Buona padronanza delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, anche in relazione alla possibilità che esse consentono di supportare i processi di apprendimento.

La conclusione del percorso magistrale consente di svolgere ruoli per i quali siano previste mansioni implicanti una buona cultura umanistica ed elevata responsabilità progettuale e gestionale nei settori educativi e dell'istruzione. Il pedagogista è una figura obbligata di riferimento nelle equipe multifunzionali operanti sia a livello pubblico (scuola, servizi educativi e formativi polifunzionali), che privato, figura prevista nei concorsi e negli organici del pubblico impiego nei settori dell'istruzione, formazione, educazione. I laureati che avranno crediti sufficienti in opportuni gruppi di settori (DM 10/09/2012 n. 249) potranno partecipare alle prove di ammissione per i percorsi formativi a numero programmato per l'insegnamento nella scuola secondaria e, una volta completati tali percorsi e ottenuta l'abilitazione, potranno partecipare alle procedure concorsuali secondo la normativa vigente. L'ottima base metodologica offerta dal corso consente inoltre di intraprendere percorsi volti alla ricerca scientifica in ambito universitario, in particolare nei dottorati di ricerca, o in altri centri territoriali preposti alla ricerca educativa. Ulteriori sbocchi professionali sono rinvenibili nell'editoria scolastica ed educativa, nella gestione dei servizi didattici di biblioteche o musei, nella progettazione e gestione di percorsi formativi professionali per l'aggiornamento e l'educazione continua dei docenti. Il corso, inoltre, prepara alle professioni previste nella classificazione Istat di Esperti della progettazione formativa e curricolare - le professioni comprese in questa Unità Professionale coordinano e progettano le attività didattiche e curricolari relative in centri di formazione dedicati o, direttamente, nelle imprese e nelle organizzazioni - come ad esempio la professione di pedagogo.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Il corso dà uno sviluppo di formazione avanzata ai curricula delle lauree di primo livello della classe L-19. Per l'accesso al corso si richiedono competenze adeguate di almeno una lingua dell'Unione Europea ed il conseguimento di un determinato numero di CFU nelle discipline pedagogico-didattiche, psicologiche, sociologiche e filosofico-antropologiche, secondo quanto precisato nel Regolamento didattico del corso, nel quale sono definite anche le modalità di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.

  • Classe: LM-47
  • CFU: 120
  • Durata: 2 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Metodi e didattiche delle attivita' motorie M-EDF/01 10
1 Economia aziendale SECS-P/07 15
1 Strumenti informatici per lo sport INF/01 10
1 Gestione dei gruppi sportivi M-PSI/01 10
1 Diritto amministrativo sportivo IUS/10 15
2 Metodi ed organizzazione di attivita' ludico-sportive M-EDF/02 10
2 Economia e gestione delle imprese sportive SECS-P/08 15
2 Statistica medica MED/01 5
2 Insegnamento a scelta 10
2 Ulteriori conoscenze linguistiche 3
2 Tirocinio formativo e di orientamento 5
2 Prova finale 12

I Laureati di questa classe devono essere in grado di individuare le caratteristiche che consentono di analizzare la nascita e la gestione economica delle imprese, delle società e delle associazioni sportive, le metodologie di collegamento delle specifiche aree funzionali (produzione, ricerca e sviluppo, marketing, organizzazione, pianificazione, ecc.) con le problematiche che i tecnici sportivi ed i manager del settore si trovano ad affrontare in contesti fortemente competitivi. Nell'evoluzione che investe il settore dello sport, offerta privata ed offerta pubblica devono gestire una complessità nuova che implica non soltanto la fornitura di servizi in grado di rispondere adeguatamente alla domanda, ma anche l'implementazione di processi di reperimento di risorse finanziarie che consentano la continuità di offerta degli stessi e quindi essere a conoscenza dei principali sistemi di contabilità e di bilancio. I Laureati di questa classe devono essere in grado di gestire le organizzazioni e di capirne il funzionamento, in particolare fornendo: le basi di valutazione del rapporto tra individuo, gruppi e organizzazione ovvero le teorie e i modelli di management delle Risorse Umane; gli elementi per comprendere come l'organizzazione possa essere progettata per conseguire risultati definiti; un quadro interpretativo delle moderne teorie alla luce dell'evoluzione economica e sociale in atto; capire il funzionamento delle organizzazioni nelle realtà sportive, sia quelle professionistiche degli sport di vertice che quelle dilettantistiche, senza tralasciare altre realtà organizzative come i gestori di: impianti sportivi, piscine, centri fitness, etc. D'altra parte il sistema delle imprese, attraverso le sponsorizzazioni, vede lo sport come veicolo di immagine. In proposito è previsto l'approfondimento delle applicazioni delle tecnologie multimediali allo sport. Lo sviluppo del Corso di Laurea Magistrale intende preparare risorse umane nell'ambito dell'organizzazione e gestione delle attività sportive nonché delle attività motorie, con lo scopo di coordinare e gestire limitate risorse umane e materiali, tecnologie innovative e strumenti di comunicazioni per la produzione e lo scambio efficiente di servizi nello sport. Più in particolare obiettivi formativi specifici riguardano: a) Contesto istituzionale - acquisire la piena conoscenza delle strutture istituzionali operanti nello sport, comprese le associazioni non riconosciute e quelle di volontariato, ed in generale le organizzazioni sportive; - acquisire la conoscenza degli strumenti e degli assetti istituzionali dell'informazione e della comunicazione; - acquisire la conoscenza dell'ordinamento giuridico sportivo; - acquisire la conoscenza delle organizzazioni pubbliche afferenti con lo svolgimento delle attività sportive, degli sponsor e delle altre organizzazioni produttive, ed essere in grado di collocare detta conoscenza in un contesto sociale. b) Contesto operativo - acquisire conoscenza e capacità di elaborazione ed implementazione di politiche dello sport; - predisporre interventi e programmi finanziari, di sponsorizzazione, di marketing e di politiche di merchandising; - elaborare piani strategici di breve e lungo periodo; - predisporre bilanci e indirizzare l'attività manageriale; - prestare consulenza nei confronti di titolari di imprese sportive e di membri di organizzazioni sportive; - coordinare attività, servizi ed eventi. I laureati magistrali dovranno integrare le acquisizioni delle scienze sportive e motorie, con quelle economiche, giuridiche e psico-sociologiche ad esse correlate, in un contesto multidisciplinare. A tale proposito, il corso propone un'offerta formativa che garantisca, sulla base di prerequisiti scientifici del movimento umano e dell'organizzazione sportiva ricollegabili alle scienze dello sport, il raggiungimento di conoscenze avanzate e competenze specialistiche che consentano di conseguire gli obiettivi formativi specifici di cui sopra. Il percorso formativo prevede, dunque, una articolazione coerente con il maggiore sviluppo degli ambiti disciplinari afferenti alle attività formative caratterizzanti (ambito delle discipline motorie-sportive, economico, giuridico e psicosociologico), integrate con ambiti disciplinari di carattere affine o integrativo ai precedenti che forniscano strumenti e metodologie più adeguati per la comunicazione istituzionale e professionale di alto livello anche in ambito interculturale (ambito linguistico ed informatico) nonché di conoscenze tecniche per la gestione di impianti (ambito medico con declinazione igienico-sanitaria). Gli obiettivi formativi specifici, per la loro complessità e novità, richiedono competenze specialistiche e diversificate di cui il corso si avvale. Inoltre, con cadenza annuale, saranno istituiti percorsi di controllo della qualità, mediante la valutazione da parte degli studenti e il controllo continuo del percorso di studi, in termini di superamento degli esami, durata del corso di studi, percentuali di abbandono. Ciclicamente verranno analizzati gli esisti occupazionali dei laureati mediante indagini di follow-up e un monitoraggio più efficace rappresentato dalla redazione di un elaborato richiesto per la redazione della prova finale

- Manager sportivo: ruolo in grado di combinare aspetti tecnici con capacità economico-gestionali, di progettazione, organizzazione, gestione e promozione di servizi e di strutture per le attività sportive, ricreative e professionali; - Organizzatore e gestore di attività e di eventi sportivi - Direttore sportivo; - Sport marketing manager, promoter sportivo, redattore di prodotti editoriali-multimediali, sport communication manager, organizzatore di eventi, gestore di impianti; Operatore di Federazioni e Leghe, gestore di impianti presso enti locali, insegnante di educazione fisica; - Gestore di palestre, centri fitness, società di consulenza nel marketing e nella comunicazione; Dirigente sportivo in realtà sia profit che no profit; - Imprenditore nel settore sportivo e nelle imprese ad esso collegate (fornitori di beni strumentali, media, agenzie di comunicazione); Il laureato nel corso di Laurea Specialistica in Management dello Sport e delle Attività Motorie, relativamente al settore di riferimento, potrà ricoprire i seguenti principali ruoli professionali: - responsabile programmazione e gestione di impianti sportivi atti a sviluppare politiche di valorizzazione del territorio; - responsabile delle attività connesse alle Federazioni Sportive Nazionali, Enti di promozione sportiva, società ed associazioni sportive; - responsabile di Centri e strutture pubbliche o private per le attività motorie ludiche e ricreative e per le attività connesse alla cura della salute; - esperto di organizzazione di eventi e manifestazioni ludico-motorie e sportive; - esperto dell'accreditamento e della sicurezza di impianti sportivi; - esperto in comunicazione e marketing delle attività sportive e dei prodotti commerciali ad esse connessi; - esperto di politica dello sviluppo dello sport e del benessere psico-fisico. In particolare, ad integrazione di quelle indicate, le professioni cui il corso di Laurea Magistrale è finalizzato sono: - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese in altri settori di attività economica (direttore, gestore, responsabile di piccola azienda per le attività sportive; imprenditore di piccola azienda per le attività sportive). Le professioni classificate in questa categoria, nell'ambito delle imprese o organizzazioni che operano nei settori economici dell'istruzione, della sanità e dell'assistenza sociale, delle attività culturali, ricreative e sportive servizi alle persone, di igiene ambientale e di pulizia, definiscono, pianificano, implementano e gestiscono le politiche e le strategie di produzione e ne valutano i risultati; negoziano con i fornitori e i clienti, programmano e controllano l'uso efficiente delle risorse; reclutano personale e definiscono i processi di innovazione organizzativa e produttiva. Non sono direttamente impegnati nel processo materiale di produzione. - Organizzatori di eventi e di strutture sportive (direttore di palestra, manager di spettacoli sportivi, organizzatore sportivo, responsabile delle relazioni per le manifestazioni sportive): le professioni classificate nell'unità organizzano eventi e competizioni sportive e dirigono le attività sportive di palestre e di altre strutture. L'ambito di svolgimento di dette attività, anche in considerazione del carattere globalizzante e naturalmente proiettato verso dimensioni ultranazionali dell'ambito sportivo, del relativo ordinamento e delle attività economiche ad esso correlate riguarda il contesto nazionale e auspicabilmente quello comunitario.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

I criteri di accesso al corso sono definiti in modo che i CFU già acquisiti dallo studente garantiscano una adeguata conoscenza di base per l'accesso alla laurea magistrale. Per l'accesso al corso si richiede il conseguimento di un determinato numero di CFU nelle discipline, "Discipline motorie e sportive, Aziendale, Giuridico, Economico" secondo quanto precisato nel regolamento didattico del corso di laurea magistrale, nel quale sono definite anche le modalità di verifica - obbligatoria in ogni caso - dell'adeguatezza della personale preparazione. Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso di laurea, oppure di altro titolo di studio equivalente, anche conseguito all'estero, riconosciuto idoneo sulla base dei requisiti curriculari minimi previsti dalla classe e verificati al momento dell'accesso al corso di laurea. Oltre al titolo di laurea l'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al possesso di specifici requisiti curriculari e all'adeguatezza della preparazione personale, così come da regolamento del CdS.

  • Classe: LM-56
  • CFU: 120
  • Durata: 2 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Politica economica SECS-P/02 12
1 Economia applicata SECS-P/06 12
1 Storia economica SECS-P/12 12
1 Diritto fallimentare IUS/04 6
1 Diritto delle societa' IUS/04 6
1 Ragioneria generale ed applicata SECS-P/07 12
2 Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 12
2 Matematica finanziaria SECS-S/06 6
2 Insegnamento a scelta 12
2 Lingua inglese ARTICOLO 10, COMMA5, LETTERA D 6
2 Prova di abilita' informatica 6
2 Prova Finale 18

Insegnamenti a scelta

Insegnamento Codice CFU
Storia del marketing - 12 CFU - LM56 SECS-P/12 12

La Laurea Magistrale in Scienze Economiche intende formare economisti forniti di una solida preparazione secondo i più elevati standard europei ed internazionali principalmente attraverso il completamento della preparazione acquisita nelle lauree delle classi in Scienze Economiche. Questo obiettivo formativo è perseguito attraverso un insieme coordinato di approcci quali: - l'approfondimento del nucleo centrale di teoria economica e delle tecniche di analisi quantitativa; - lo sviluppo di competenze in campi di indagine che mostrino le possibilità applicative degli strumenti acquisiti; - lo sviluppo di interessi analitici verso la dimensione storica e istituzionale dei sistemi economici; - l'utilizzazione creativa delle metodologie economiche e delle tecniche quantitative proprie dei diversi settori di applicazione per la soluzione di problemi economico-sociali. Il Corso di Laurea Magistrale è costituito attorno ad un nucleo comune di insegnamenti economici, matematico-statistici, giuridico-aziendali. A partire da questa base è poi possibile approfondire tematiche specifiche quali economia del lavoro, economia industriale, economia internazionale, economia monetaria e finanziaria, economia pubblica, economia delle risorse e dello sviluppo, metodologia dell'analisi economica, politica economica, storia economica. Il programma intende assegnare rilievo ad una formazione che privilegia il metodo della ricerca e conduce ad un'elevata padronanza degli strumenti quantitativi all'interno di un contesto multidisciplinare. Lo scopo fondamentale del corso, coerentemente con la logica progettuale è quello di fornire agli studenti le necessarie competenze per poter operare in maniera consapevole nei diversi ambiti, spesso tra loro molto diversificati, ma riconducibili alla possibilità di coniugare proficuamente le conoscenze economiche con quelle aziendali, matematico-statistiche e giuridiche. Elemento fondamentale del progetto risulta l'interazione tra gli obiettivi formativi e il mondo del lavoro, con la finalità di fornire adeguate conoscenze teoriche e pratiche che possano offrire agli studenti diverse opportunità di lavoro particolarmente nei settori economici pubblici e privati, negli uffici studi di organismi territoriali, in enti di ricerca nazionali ed internazionali, nella pubblica amministrazione e nell'ambito delle libere professioni di natura economica. Il percorso si conclude con la redazione di un elaborato scritto che dovrà contenere elementi di originalità, sviluppato in una disciplina di particolare interesse per il discente con la supervisione del docente titolare dell'insegnamento.

Il laureato troverà utile collocazione in contesti nei quali possa mettere a frutto le competenze analitiche acquisite. Precisamente: - attività dirigenziali di line; - attività nel mondo della consulenza aziendale; - attività nell'ambito delle analisi economiche d'impresa e dei mercati nazionali e internazionali; Le competenze acquisite costituiscono inoltre strumentazione fondamentale per chi voglia esercitare attività imprenditoriali e manageriali in imprese e organizzazioni private e pubbliche. Il corso consente di conseguire l'abilitazione alle seguenti professioni regolamentate: Dottore commercialista, che può essere svolta previo svolgimento del tirocinio e superamento del relativo esame di Stato.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

Le conoscenze acquisite con il conseguimento di una laurea triennale appartenente alle classi L-18 e L-33 (DM 270) e alle classi 17 e 28 (DM 509), associate alla conoscenza della lingua inglese, costituiscono requisiti curricolari idonei per l'accesso alla Laurea Magistrale. Per gli studenti in possesso di titoli di studio appartenenti a classi diverse da quelle su menzionate sarà valutato il curriculum relativamente ai contenuti di base: - delle discipline economico-politiche ed economico-aziendali; - dei principi e degli istituti giuridici; - degli strumenti matematici e statistici. I requisiti curricolari che devono essere posseduti per l'ammissione verranno opportunamente determinati nel Regolamento Didattico del corso di studio. La verifica della personale preparazione, obbligatoria in base al DM 270/04, dovrà svolgersi con modalità che saranno opportunamente definite nel Regolamento Didattico del corso di studio.

  • Classe: LM-26
  • CFU: 120
  • Durata: 2 anni
Anno Insegnamento Codice CFU
1 Sistemi per la tutela ambientale e del territorio ICAR/20 6
1 Sicurezza dei sistemi informatici ING-INF/05 12
1 Gestione e sicurezza degli impianti industriali ING-IND/17 9
1 Sicurezza degli impianti elettrici industriali e civili ING-IND/33 9
1 Sistemi per la gestione aziendale ING-IND/35 9
1 Progetto e prevenzione incendi ICAR/10 6
1 Strutture in zona sismica ICAR/09 9
2 Sicurezza delle fondazioni in zona sismica ICAR/07 9
2 Impianti Termotecnici ING-IND/10 9
2 Responsabilità civile del professionista IUS/01 6
2 Insegnamento a scelta 6
2 Insegnamento a scelta 6
2 Tirocini formativi e di orientamento 3
2 Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro 3
2 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 6
2 Prova Finale 12

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza si propone di formare ingegneri con un profilo professionale mirato all'identificazione dei fattori di rischio ed all'analisi delle condizioni di sicurezza, sia nei processi e negli impianti industriali che nei processi costruttivi di strutture, infrastrutture e opere di ingegneria.

I laureati in Ingegneria della Sicurezza trovano collocazione presso le unità produttive, gli enti che si occupano di protezione civile e le società di consulenza, nonché presso gli organismi cui sono istituzionalmente affidati compiti di vigilanza e il cui potenziamento è esigenza sentita e più volte ribadita in sedi autorevoli. Inoltre, nell'ambito della sicurezza del territorio vi sono significative possibilità di occupazione, soprattutto in seguito alle recenti normative che richiedono la presenza di figure professionali capaci di garantirne il rispetto e l'efficacia.

Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.

L'Università Telematica Pegaso offre la possibilità di iscriversi a singoli insegnamenti nelle Facoltà di Giurisprudenza e Scienze dell'Educazione e Formazione e di sostenerne i relativi esami, ottenendo una certificazione dell'attività svolta.

Possono iscriversi a singoli corsi di insegnamento attivati presso corsi di laurea e laurea specialistica presenti in Ateneo, nonché sostenere le relative prove di esame ottenendone certificazione:
• laureati i quali abbiano necessità di frequentare i corsi e di superare gli esami di discipline non inserite nei piani di studio seguiti per il conseguimento della laurea ma che, in base alle disposizioni in vigore, siano richieste per l'ammissione a concorsi pubblici o per l'accesso a scuole di specializzazione;
• cittadini italiani e comunitari in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore idoneo per l'ammissione all'università nel Paese dove è stato conseguito.

Per l'iscrizione a corsi singoli è previsto il contributo così determinato:
• 120,00 euro come contributo per le procedure di iscrizione;
• 25,00 euro per CFU (Credito Formativo Universitario).
Esempi:
• Per 6 crediti = 120,00 + (25 x 6) = 270,00.
• Per 9 crediti = 120,00 + (25 x 9) =345,00

.

La domanda di iscrizione ai corsi singoli potrà essere inoltrata solo per gli insegnamenti relativi ai corsi di laurea disciplinati dal nuovo ordinamento (D.M. n. 509/99 e successive modifiche). Ai fini dell'iscrizione è necessario spedire mezzo raccomandata A/R la documentazione sotto in elenco, al seguente indirizzo:
Esaarco university
Via Villani II trav., 1 80051, Agerola(Napoli)
Documentazione
• domanda di Iscrizione
• copia del bonifico
• fotocopia del documento di riconoscimento e del codice fiscale
• 2 fotografie di cui una firmata sul fronte.
Lo studente, al momento dell'iscrizione, indica per ogni esame il carico didattico che intende sostenere e certificare espresso in CFU; possono essere sostenuti esclusivamente esami da 6, 9, 12 e 15 CFU.
.

Possono essere ammessi alla frequenza di singoli insegnamenti di uno o più Facoltà:
• domanda d'iscrizione redatta su apposito modulo;
• attestazione del versamento del contributo di iscrizione;
• permesso di soggiorno.
I soli studenti non comunitari residenti all'estero devono superare una prova di conoscenza della lingua italiana nelle forme indicate dal Preside della Facolta. I cittadini comunitari ed italiani ovunque residenti, nonche; i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia, possono presentare direttamente alla Segreteria Studenti le domande di ammissione corredate dalla documentazione su indicata.

All'atto dell'iscrizione allo studente verrà assegnata una matricola. Lo studente è ammesso a seguire le singole attività formative presenti nell'offerta didattica e sostenere i relativi esami entro il 28/02 di ciascun anno successivo a quello di iscrizione all'A.A. (esempio A.A. 2006-2007 entro 28 febbraio 2008), ricevendone regolare attestazione finale, comprensiva dei crediti formativi conseguiti. Qualora lo studente non avesse sostenuto entro il termine previsto i relativi esami o parte di questi ed intende proseguire, dovrà provvedere a versare 50,00 euro per ciascun CFU (Credito Formativo Universitario) ancora non acquisito per il rinnovo all'anno accademico successivo a quello di prima iscrizione. Presso la Segreteria Studenti sono custodite le documentazioni relative all'esito degli esami. L'iscritto ai corsi singoli:
• non gode dell'elettorato attivo e passivo nelle elezioni delle rappresentanze studentesche;
• non ha diritto agli interventi previsti per il diritto allo studio.

Corsi

Insegnamento Codice CFU
Algebra 12
Algebra 9
Analisi matematica MAT/05 12
Analisi matematica MAT/05 15
Analisi matematica MAT/05 6
Analisi matematica MAT/05 9
Architettura tecnica ICAR10 12
Architettura tecnica ICAR10 15
Crisi e risanamento d'impresa SECSP07 12
Crisi e risanamento d'impresa SECSP07 6
Diritto Amministrativo IUS/10 6
Diritto Amministrativo IUS/10 9
Diritto Amministrativo IUS/10 12
Diritto Amministrativo IUS/10 15
Diritto Bancario IUS/05 12
Diritto Bancario IUS/05 15
Diritto bancario IUS/05 6
Diritto Bancario IUS/05 9
Diritto civile IUS/01 6
Diritto civile IUS/01 9
Diritto civile IUS/01 12
Diritto civile IUS/01 15
Diritto commerciale IUS/04 6
Diritto commerciale IUS/04 9
Diritto commerciale IUS/04 12
Diritto commerciale IUS/04 15
Diritto dei mezzi di comunicazione IUS/01 9
Diritto del lavoro IUS/07 12
Diritto del lavoro IUS/07 15
Diritto del lavoro IUS/07 6
Diritto del lavoro IUS/07 9
Diritto dell'Economia IUS/05 12
Diritto dell'Economia IUS/05 15
Diritto dell'Economia IUS/05 6
Diritto dell'economia IUS/05 9
Diritto dell'Unione Europea IUS/14 12
Diritto dell'Unione Europea IUS/14 15
Diritto di Famiglia IUS01 6
Diritto di Famiglia IUS01 9
Diritto di Famiglia IUS01 12
Diritto di famiglia IUS01 15
Diritto ecclesiastico IUS11 6
Diritto ecclesiastico IUS11 9
Diritto ecclesiastico IUS11 15
Diritto fallimentare IUS04 6
Diritto fallimentare IUS04 9
Diritto fallimentare IUS04 12
Diritto immobiliare IUS01 12
Diritto immobiliare IUS01 6
Diritto immobiliare IUS01 9
Diritto Internazionale IUS13 6
Diritto Internazionale IUS13 9
Diritto Internazionale IUS13 12
Diritto penale IUS17 6
Diritto Penale IUS17 15
Diritto privato comparato IUS02 6
Diritto privato comparato IUS02 9
Diritto privato comparato IUS02 12
Diritto privato comparato IUS02 15
Diritto processuale civile IUS15 12
Diritto processuale civile IUS15 15
Diritto tributario IUS12 6
Diritto tributario IUS12 9
Diritto tributario IUS12 12
Diritto tributario IUS12 15
Disegno ICAR17 12
Disegno ICAR17 15
Economia aziendale SECSP07 6
Economia aziendale SECSP07 9
Economia aziendale SECSP07 12
Economia aziendale SECSP07 15
Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche SECSP07 6
Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche SECSP07 9
Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche SECSP07 12
Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche SECSP07 15
Economia politica SECSP01 6
Economia politica SECSP01 9
Economia politica SECSP01 12
Economia politica SECSP01 15
Filosofia del diritto IUS20 6
Filosofia del diritto IUS20 9
Filosofia del diritto IUS20 12
Filosofia del diritto IUS20 15
Fisica sperimentale FIS01 12
Fisica Sperimentale FIS01 15
Fisica sperimentale FIS01 18
Fisica sperimentale FIS01 6
Fisica sperimentale FIS01 9
Fisica tecnica ambientale INGIND11 12
Fisica tecnica ambientale INGIND11 15
Fisica tecnica ambientale INGIND11 6
Fisica tecnica ambientale INGIND11 9
Geologia applicata GEO05 6
Geometria 12
Geometria 9
Geotecnica ICAR07 12
Geotecnica ICAR07 15
Geotecnica ICAR07 6
Geotecnica ICAR07 9
Informatica di base INF01 12
Informatica di base INF01 15
Informatica di base INF01 6
Informatica di base INF01 9
Ingegneria ambientale ICAR03 12
Ingegneria ambientale ICAR03 15
Ingegneria ambientale ICAR03 6
Ingegneria ambientale ICAR03 9
Istituzioni di Diritto Privato IUS01 6
Istituzioni di Diritto Privato IUS01 9
Istituzioni di Diritto Privato IUS01 12
Istituzioni di diritto privato IUS01 15
Istituzioni di diritto pubblico IUS09 6
Istituzioni di diritto pubblico IUS09 9
Istituzioni di diritto pubblico IUS09 12
Istituzioni di diritto pubblico IUS09 15
Lingua Inglese LLIN12 6
Lingua Inglese LLIN12 9
Lingua Inglese LLIN12 12
Organizzazione aziendale SECSP10 9
Organizzazione aziendale SECSP10 12
Organizzazione aziendale SECSP10 15
Organizzazione aziendale SECSP10 6
Politica Economica SECSP02 6
Politica Economica SECSP02 9
Politica Economica SECSP02 12
Politica Economica SECSP02 15
Principi costituzionali IUS08 6
Principi costituzionali IUS08 12
Procedura penale IUS16 12
Procedura Penale IUS16 15
Psicologia sociale MPSI05 12
Psicologia sociale MPSI05 15
Psicologia sociale MPSI05 6
Psicologia sociale MPSI05 9
Scienza delle costruzioni ICAR08 12
Scienza delle costruzioni ICAR08 15
Scienza delle costruzioni ICAR08 6
Scienza delle costruzioni ICAR08 9
Sistemi di elaborazione delle informazioni INGINF05 12
Sistemi di elaborazione delle informazioni INGINF05 15
Sistemi di elaborazione delle informazioni INGINF05 6
Sistemi di elaborazione delle informazioni INGINF05 9
Statistica economica SECSS03 6
Statistica economica SECSS03 9
Statistica economica SECSS03 12
Statistica economica SECSS03 15
Storia del diritto medievale e moderno IUS19 12
Storia del diritto medievale e moderno IUS19 9
Storia del diritto romano IUS18 6
Storia del diritto romano IUS18 9
Storia dell'architettura ICAR18 6
Storia dell'architettura ICAR18 12
Storia dell'architettura ICAR18 15
Storia economica SECSP12 12
Storia economica SECSP12 15
Storia economica SECSP12 6
Tecnica delle costruzioni ICAR09 12
Tecnica delle costruzioni ICAR09 15
Tecnica delle costruzioni ICAR09 6
Tecnica delle costruzioni ICAR09 9
Teoria generale del diritto e dell'interpretazione IUS20 6
Teoria generale del diritto e dell'interpretazione IUS20 15
Insegnamento Codice CFU
Antropologia culturale MDEA01 6
Comunicazione e processi culturali SPS/08 6
Comunicazione e processi culturali SPS/08 9
Comunicazione e processi culturali SPS/08 12
Comunicazione e processi culturali SPS/08 15
Comunicazione e processi culturali SPS/08 18
Didattica dell'inclusione 6
Didattica della musica L-ART/07 12
Didattica della musica L-ART/07 15
Didattica della musica L-ART/07 9
Didattica generale M-PED/03 6
Didattica generale M-PED/03 9
Didattica generale M-PED/03 12
Didattica generale M-PED/03 15
Didattica speciale M-PED/03 12
Didattica speciale M-PED/03 15
Didattica speciale M-PED/03 6
Didattica speciale M-PED/03 9
Docimologia M-PED/04 6
Docimologia M-PED/04 9
Docimologia M-PED/04 12
Docimologia M-PED/04 15
Ecologia BIO/07 12
Ecologia BIO/07 15
Educazione degli adulti M-PED/01 9
Educazione degli adulti M-PED/01 12
Educazione degli adulti M-PED/01 15
Educazione degli adulti M-PED/01 6
Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/01 6
Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/01 9
Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/01 12
Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/01 15
Filosofia della comunicazione e del linguaggio M-FIL/01 18
Filosofia teoretica MFIL01 12
Filosofia teoretica MFIL01 15
Filosofia teoretica MFIL01 6
Filosofia teoretica MFIL01 9
Geografia M-GGR/01 6
Geografia M-GGR/01 9
Geografia M-GGR/01 12
Geografia M-GGR/01 15
Geografia M-GGR/01 18
Gestione dei gruppi sportivi MPSI01 9
Igiene generale ed applicata MED/42 9
Igiene generale ed applicata MED/42 12
Igiene generale ed applicata MED/42 15
Igiene generale ed applicata MED/42 18
Igiene generale ed applicata MED/42 6
Letteratura italiana contemporanea L-FIL-LET/11 12
Letteratura italiana contemporanea L-FIL-LET/11 15
Logica e filosofia della scienza M-FIL/02 12
Logica e filosofia della scienza M-FIL/02 15
Logica e filosofia della scienza M-FIL/02 6
Logica e filosofia della scienza M-FIL/02 9
Pedagogia dell'infanzia M-PED/01 9
Pedagogia generale M-PED/01 6
Pedagogia generale M-PED/01 9
Pedagogia generale M-PED/01 12
Pedagogia generale M-PED/01 15
Pedagogia sperimentale M-PED/04 12
Pedagogia sperimentale M-PED/04 15
Pedagogia sperimentale M-PED/04 18
Pedagogia sperimentale M-PED/04 6
Pedagogia sperimentale M-PED/04 9
Progettazione e valutazione dei processi formativi M-PED/04 12
Progettazione e valutazione dei processi formativi M-PED/04 15
Progettazione e valutazione dei processi formativi M-PED/04 6
Progettazione e valutazione dei processi formativi M-PED/04 9
Psicologia dell'orientamento scolastico e professionale M-PSI/04 12
Psicologia dell'orientamento scolastico e professionale M-PSI/04 15
Psicologia dell'orientamento scolastico e professionale M-PSI/04 6
Psicologia dell'orientamento scolastico e professionale M-PSI/04 9
Psicologia generale M-PSI/01 6
Psicologia generale M-PSI/01 9
Psicologia generale M-PSI/01 12
Psicologia generale M-PSI/01 15
Sociologia della comunicazione SPS/08 12
Sociologia della comunicazione SPS/08 15
Sociologia della comunicazione SPS/08 6
Sociologia della comunicazione SPS/08 9
Sociologia generale SPS/07 6
Sociologia generale SPS/07 9
Sociologia generale SPS/07 12
Sociologia generale SPS/07 15
Sociologia generale SPS/07 18
Sociologia generale e dello sport SPS07 12
Sociologia generale e dello sport SPS07 15
Sociologia generale e dello sport SPS07 9
Statistica sociale SECS05 9
Storia contemporanea MSTO04 6
Storia contemporanea MSTO04 9
Storia contemporanea MSTO04 12
Storia contemporanea MSTO04 15
Storia della filosofia MFIL06 6
Storia della filosofia MFIL06 9
Storia della filosofia MFIL06 12
Storia della filosofia MFIL06 15
Storia della pedagogia MPED02 6
Storia della pedagogia MPED02 9
Storia della pedagogia MPED02 12
Storia della pedagogia MPED02 15
Storia della pedagogia MPED02 18
Storia delle Istituzioni educative MPED02 12
Storia delle Istituzioni educative MPED02 15
Storia delle istituzioni educative MPED02 6
Storia delle Istituzioni educative MPED02 9
Storia greca LANT02 12
Storia greca LANT02 6
Storia greca LANT02 9
Storia medievale M-STO/01 12
Storia medievale M-STO/01 15
Storia medievale M-STO/01 6
Storia medievale M-STO/01 9
Storia moderna M-STO/02 6
Storia moderna M-STO/02 9
Storia moderna M-STO/02 12
Storia moderna M-STO/02 15
Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento M-PED/04 6
Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento M-PED/04 9
Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento M-PED/04 12
Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento M-PED/04 15
Teoria e metodologia delle attività motorie dell'età evolutiva M-EDF/01 9
Teoria e metodologia delle attività motorie dell'età evolutiva M-EDF/01 12
Teoria e metodologia delle attività motorie dell'età evolutiva M-EDF/01 15
Teoria e metodologia delle attività motorie dell'età evolutiva M-EDF/01 6
Teorie e tecniche della comunicazione di massa L-ART/07 6
Teorie e tecniche della comunicazione di massa L-ART/07 9
Teorie e tecniche della comunicazione di massa L-ART/07 12
Teorie e tecniche della comunicazione di massa L-ART/07 15

Sono previste agevolazioni economiche per programmi particolari:

  • DOLCE ATTESA: Il programma per le donne in gravidanza € 1.700
  • FUTURO SICURO: Il programma per i giovani studenti d'età compresa tra i 17 e i 20 anni che si iscrivono al primo anno di università € 1.000
  • PROGRAMMA CLASS-FORM, destinato a tutti i discenti che si iscrivono per la prima volta nella loro vita, ad un corso di laurea; il costo previsto per il primo anno sarà di € 1.200, e per gli anni successivi sarà di € 2.000 come da convenzione.
  • Si prevede, inoltre, per gli studenti diversamente abili iscritti ai corsi di Laurea, l'esonero parziale dal pagamento della retta d'iscrizione, calcolata secondo la percentuale d'invalidità.

Per beneficiare dell'esonero, lo studente diversamente abile dovrà allegare alla domanda d'iscrizione il certificato originale attestante la percentuale d'invalidità che sarà riconosciuta secondo la seguente tabella.

ENTI CONVENZIONATI

MODULI UTILI

RICHIEDI INFORMAZIONI

TOP